loader
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Budino

Lo sapevi che?

Il Budino è oggi una preparazione generalmente a base di latte, zucchero, farina e uova, arricchito da svariati ingredienti aromatizzanti; curiosamente il termine non sarebbe però nato per riferirsi ad una ricetta dolce ma ad una salata.
L’etimologia del termine budino, infatti, deriva dal latino botellus, budella di animale che, in origine, si usava per preparare salsicce o budini salati dal ricco valore energetico. Dal diminutivo volgare botellinus deriva il francese boudin che in origine indicava ancora una preparazione di salumeria. Il Ménagier (fine del secolo XIV) descrive le ricette per un boudin blanc (salsiccia) e un boudine noir (sanguinaccio), che nella cucina inglese diventa poi (black) pudding. Tutte queste preparazioni si sarebbero evolute solamente nel corso del XVIII secolo nelle tipologie di budini dolci conosciute oggi, mantenendo dei prodotti di salumeria soltanto la consistenza morbida. Il termine italiano budino è un adattamento dell’inglese pudding (è documentata nel Settecento la forma pudino o puddingo) sul quale in seguito influì probabilmente anche il francese boudin: appare infatti per la prima volta nel 1808 la forma bodino e nel 1892 quella attuale.

Come smacchiarlo?
1 Tessuto macchiato di Budino
2 Versare IL TOGLIMACCHIE sulla macchia di Budino
3 Strofinare con la spatula, nebulizzare acqua ed asciugare con aria compressa
4 Nebulizzare nuovamente acqua se dovessero rimanere residui di macchia
5 Strofinare con la spatula, nebulizzare ac-qua ed asciugare con aria compressa
6 La macchia è stata rimossa e il capo può essere lavato a secco o ad acqua

Richiedi informazioni



    do il consensonon do il consenso
    I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono necessari per inviare il messaggio