loader
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

LAVAGGIO A SECCO

Ecco cosa si può lavare

I SOLVENTI

Nel lavaggio a secco, al posto dell’acqua, si utilizzano i solventi secchi.

I più diffusi sono:

Sul mercato sono disponibili svariati solventi per il lavaggio a secco ma, ad oggi, il percloroetilene è ancora quello più utilizzato perché:

  • è efficace verso lo sporco grasso;
  • non è infiammabile;
  • non rigonfia né cristallizza le fibre;
  • non deforma i tessuti (salvo rari casi PVC);
  • non sbiadisce le tinture;
  • non lascia odori residui sui tessuti. In più, grazie alle ben costruite lavasecco a circuito chiuso di 5° generazione ed ai moderni detergenti che ne hanno eliminato l’uso in presmacchiatura, il percloroetilene, malgrado la sua pericolosità, può essere considerato sicuro.

Oltre al percloroetilene sono disponibili altri solventi ma, fino ad oggi, sono ancora ben lontani dal raggiungere la diffusione sul mercato del percloroetilne. I loro nomi sono: Sepisol (Idrocarburi KWL); Sensene (miscela tra un idrcarburo ed un alcool etossilato); Solventi Siliconici (si caratterizzano per il basso impatto ambientale ma, purtroppo, hanno un bassissimo potere lavante). Questi solventi alternativi hanno caratteristiche differenti ma, fino ad oggi, non si sono ancora diffusi in larga scala sul mercato.

Presmacchiatura

La presmacchiatura, nel lavaggio a secco, è indispensabile, altrimenti lo sporco magro (sudore, urina, ecc.),  quello stratificato (collo, polsini, maniche, bordo dei pantaloni, ecc.) e le macchie, non vengono rimossi.

Per eseguirla, si devono utilizzare prodotti che devono essere usati puri o diluiti con acqua in varie percentuali e passati a spazzola o spruzzo.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF GUIDA LAVAGGIO A SECCO

Le nostre proposte sono:

Lavaggio

Il lavaggio a secco dovrebbe essere eseguito in sistemi a distillazione continua, per garantire il massimo del pulito e dell’igiene.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF GUIDA LAVAGGIO A SECCO

Per poter eseguire un lavaggio a secco ottimale è opportuno additivare il solvente di lavaggio con prodotti in grado di migliorare il pulito, il punto di bianco, la vivacità dei colori, eliminare l’elettricità statica e la peluria sui capi scuri.

Questi prodotti, aggiunti in piccole quantità, migliorano sensibilmente la qualità del lavaggio, riducono e semplificano le operazioni di rifinitura.

Coadiuvanti

sono tutti quei prodotti che possono essere utilizzati sia durante il lavaggio che dopo.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF GUIDA LAVAGGIO A SECCO

L’utilizzo dei coadiuvanti è fortemente consigliato perché, grazie a loro, è possibile conferire ai manufatti tessili delle rifiniture che posso fare la differenza rispetto alla concorrenza.

Alcuni esempi:

  • eseguire un trattamento antitarme, è sicuramente un valore aggiunto che fa durare più a lungo gli indumenti;
  • utilizzare uno scurente per ravvivare i colori sbiaditi di un indumento scuro;
  • utilizzare un profumo specifico per il lavaggio a secco che elimini completamente l’odore dei solventi secchi;
  • passare un impermeabilizzante sui capi che lo richiedono, ecc.

Come in tutte le cose, la differenza la fanno i dettagli.

MACCHINARI

Spesso, per risparmiare, si tende a comprare lavatrici usate, ma attenzione alle sorprese!  Oggi sono a norma solo le lavatrici di 5^ generazione, avere, o peggio acquistare, una lavatrice di 4^ generazione o inferiore, vuol dire esporre la propria attività a pesanti multe, fino anche al sequestro del macchinario.

Per questo la Falvo propone esclusivamente lavatrici a secco di 5^ generazione che, grazie alla loro tecnologia, riducono del 50%  i consumi energetici ed azzerano le emissioni.